Vai alla pagina contenuto

Bruciore di stomaco e alcol: che legame c’è? 

Il bruciore di stomaco è quella sensazione più o meno intensa di infiammazione che solitamente comincia alla base dello sterno e che spesso si collega al fenomeno del reflusso di succo gastrico.

Ma che legame c’è tra bruciore di stomaco e alcol? Molte volte si percepisce una sensazione di bruciore di stomaco dopo aver bevuto alcol perché quest’ultimo rallenta la digestione e produce ipersecrezione gastrica con un alterato svuotamento dello stomaco. Lo sfintere esofageo inferiore è programmato per riuscire a gestire un determinato livello di acidità; se quest'ultimo viene superato, lo sfintere non sarà più in grado di proteggere il contenuto dello stomaco, permettendo al contenuto stesso di risalire lungo tutto il canale dell’esofago. Non è raro che in queste situazioni si inizi a percepire nella bocca un cattivo retrogusto, molto amaro.

L’alcol è pertanto considerato uno dei fattori principali che causano l’irritazione della mucosa esofagea, soprattutto se si verifica un abuso di alcol o se viene assunto con troppa frequenza. Gli alcolici agiscono in modo tossico sui tessuti del corpo rendendo più alto il rischio di infiammazione: nel tempo possono anche diventare deleteri per l’organismo generando casi di gastrite acuta, gastrite cronica superficiale o gastrite cronica atrofica.

Quando si verificano complicanze simili, è necessario consultare prima possibile il proprio medico che saprà analizzare la situazione e indicare la cura più efficace.

 

Come posso gustare/assaporare l’aperitivo evitando il bruciore di stomaco?

L’abuso di alcol può sicuramente diventare un problema a lungo termine ma quando il bruciore di stomaco dopo l’alcol si manifesta anche durante un semplice aperitivo, è il caso di fare più attenzione alle proprie abitudini e al proprio stile di vita.

La prima accortezza è quella di non aver lo stomaco vuoto prima di bere un drink alcolico. È preferibile però non ingerire cibi troppo grassi, difficili da digerire oppure piccanti perché possono essere i primi responsabili di un’irritazione delle mucose interne dello stomaco.

Inoltre, è importante evitare di esporre il proprio organismo ad agenti irritanti: il fumo di sigaretta, ad esempio, irrita le pareti dell’esofago e favorisce la risalita dei succhi gastrici.

Alcol e bruciore di stomaco possono essere collegati anche alla postura che sei solito assumere durante l’aperitivo con gli amici: ad esempio, se tieni una posizione ricurva potresti far troppa pressione sullo sfintere esofageo rendendo quindi più probabile la risalita dei succhi acidi. Se inizi a percepire fastidi o riconosci i primi sintomi di un reflusso gastroesofageo, puoi provare ad alzarti in piedi accompagnando il tuo drink a qualche stuzzichino.

Nel caso però in cui i sintomi dovessero persistere e il bruciore di stomaco non sembrasse migliorare, il consiglio è quello di rivolgersi subito al proprio medico per una diagnosi più accurata .

 

Tutto quello che c’è da sapere su bruciore di stomaco e alcol

  • Che legame c’è tra bruciore di stomaco e alcol?

Spesso si ha una sensazione di bruciore di stomaco dopo aver bevuto alcol perché quest’ultimo rallenta la digestione e produce ipersecrezione gastrica con uno svuotamento alterato dello stomaco. Lo sfintere esofageo inferiore riesce a gestire un determinato livello di acidità: se tale livello viene superato, lo sfintere non sarà capace di proteggere il contenuto dello stomaco, permettendo al contenuto stesso di risalire lungo il canale dell’esofago.

  • Come posso gustare/assaporare l’aperitivo evitando il bruciore di stomaco?

Per gustare un aperitivo evitando il bruciore di stomaco, la prima accortezza da seguire è quella di non essere mai a digiuno prima di bere un drink a base di alcol. È preferibile non ingerire cibi troppo grassi, difficili da digerire, oppure alimenti piccanti perché possono essere i primi responsabili di un’irritazione delle mucose interne dello stomaco.

 

Ti potrebbe interessare anche: